Home-Page

 

Video-Guide

 

Dizionario dei termini

 

Problemi della posta elettronica

 

Scelti da voi

 

Come usare bene il pc

donazioni

 

diritti riservati per tutti i contenuti presenti ARTICOLI: BUROCRAZIA

Bollo: Aci, Motorizzazione ed Equitalia; comunicano tra di loro? purtroppo no!


invita un amico a leggere questo articolo Tutti noi, per quasi tutte le esigenze quotidiane, abbiamo bisogno di usare il nostro mezzo di trasporto (che sia 2 o quattro ruote) per compiere le nostre azioni giornaliere. Bene, sin quì, abbiamo solo bisogno di fare rifornimento, controllare che tutto sia a posto e partire. Le cose però si complicano sino ad inoltrarsi nel paradossale quando dobbiamo imbatterci negli Enti che gestiscono la burocrazia dei nostri veicoli. L'altro giorno infatti, stufo del recapito delle continue cartelle di Equitalia relative alla tassa di possesso di un rimorchio (roulotte) venduto nel lontano 2005 (nel vuoto sono cadute le mie continue comunicazioni all'Aci e le email al nuovo proprietario), decido di incominciare a capire dove il tutto si è inceppato sul mio nominativo.
Mi armo quindi di tutte le copie delle mie comunicazioni, della copia del foglio complementare (il famoso foglio che attesta la proprietà del veicolo) e dell'ultima cartella di Equitalia, e vado all'ACI della mia città. Una volta prospettata la mia situazione, l'impiegato di turno (abbastanza gentile), mi fa notare che il notaio che all'epoca aveva redatto l'atto, non aveva
riportato tutti gli estremi dell'acquirente (cosa consentita in quel momento), che a loro, il veicolo risultava a mio nome e che, avevamo bisogno di quei dati per fare quantomeno una verifica (anche perchè nel 2005, per i rimorchi, non era obbligatorio effettuare la trascrizione al PRA) e mi suggerisce le strade percorribili:
- Pagare i bolli contestati (circa 5 anni certi) e fare la perdita di possesso del veicolo
- Rintracciare il notaio e farsi dare la copia conforme dell'atto in suo possesso (quando io glieli chiesi nel 2005, mi rispose che non era tenuto a darmene copia): cosa confermatami
- Fare ricorso presso il giudice di pace ed ottenere una sentenza che provi il trasferimento di proprietà del veicolo (ma questa operazione ha il suo costo!)
- Verificare presso la motorizzazione lo status del veicolo e procedere in base alla documentazione presente.
Decido che questa è la soluzione più rapida e meno dolorosa. Mi reco quindi alla motorizzazione e chiedo notizie sul veicolo. Ma per ottenere una stampa valida, devo comunque richiedere una visura che ha un costo no!, due versamenti per un totale di circa 25 euro. Bene, pago (quale altra alternativa?) ed estraggo la visura!. Scopro che il rimorchio è stato regolarmente registrato a nome del nuovo proprietario sin dal lontano 2005!. Ma allora, perchè l'ACI, tramite Equitalia continua a mandare a me la tassa di possesso da pagare?; semplice (quanto paradossale): L' ente che ha il compito di riscuotere la tassa di possesso, attinge dai dati dell'ACI anzichè da quelli della MOTORIZZAZIONE (senza confronto). E la comunicazione telematica tra i due? Mha...
Morale della vicenda?, anche se nella ragione, spetta sempre a te provare che sei nel giusto! (e naturalmente, pagare per farlo). E chi sbaglia Enti ed Organismi), non esegue tutte le procedure con scrupolo e diligenza o non rettifica gli atti secondo i dati reali?, Bhè, quella è tutta un'altra cosa!

widget articoli

Articolo pubblicato il 26 giugno 2013
Luigi Russo

Commenti:
Del 26-06-2013 Redgerry utente registrato
Tu almeno te la sei cavata con 25 euro. Io ho dovuto regalare la mia vecchia auto a patto che il nuovo proprietario si accollasse la spesa per fare due passaggi di proprietà: il primo dalla concessionaria a me, ed il secondo da me a lui. Tutto questo perché chi mi ha venduto l'auto è stato un farabutto è non ha fatto l'iscrizione al PRA ma soltanto l'atto di vendita.
-
-

INVIA IL TUO COMMENTO SULL'ARTICOLO

Nome
Email
Commento-

VALIDAZIONE FORM: INDICA LA META' DI 2500    

 

Tutti i diritti riservati. E vietata qualsiasi tipologia di duplicazione, trascrizione  copia, distribuzione o cessione dei contenuti a terzi a qualsiasi titolo.