Home-Page

 

Video-Guide

 

Dizionario dei termini

 

Problemi della posta elettronica

 

Scelti da voi

 

Come usare bene il pc

donazioni

 

diritti riservati per tutti i contenuti presenti ARTICOLI: SOCIETA' E TECNOLOGIA, INTERNET

ADSL di qualità è scadente?, l'AGCOM vi tutela!


banda larga e qualità del servizio

invita un amico a leggere questo articolo Oggi, quasi tutte le utenze sono dotate di una linea ADSL che permette l'accesso ad internet in modo illimitato e costante. Questo è dovuto principalmente a due fattori predominanti:
1)- L'incremento delle risorse per accedere ed utilizzare la rete, (pc, tablet, iphone, smartphone, notebook, etc)
2)- L'utilizzo sempre su più larga scala di piattaforme di condivisione, scambio file, messaggistica e cloud.
La fruizione della ADSL però, nonostante lo sviluppo delle infrastrutture e l'incremento delle tecnologie atte alla sua diffusione, spesso, lascia a desiderare ed, in taluni casi, si trasforma in vere e proprie odissee.
Molti utenti, infatti lamentano il continuo balzello della velocità relativa sia all'upload (invio di file) che al download (ricezione di file) di file di grandi dimensioni (ma non parliamo di Gb ma di qualche decine di Mb); soprattutto nel caso (che peraltro, consiste nella risorsa più utilizzata nel web) di fruizione di contenuti multimediali: come la visione di video (che sia da youtube o da piattaforme di streaming) o la partecipazione a sessioni di e-learning. In molti di questi casi, spesso, la visione del contenuto, rallenta o si ferma addirittura, costringendo l'utente ad attese snervanti o a rinunciare, per poi ritentare in un secondo momento.  E tutto questo, quando sui contratti relativi ai vari gestori, viene dichiarata una soglia minima, al di sotto della quale non si dovrebbe scendere (la cosiddetta banda minima garantita).

Ora però, la AGCOM, la Autorità per la Garanzia nelle Comunicazioni, ha messo a punto uno speciale software gratuito che, una volta installato nel proprio computer, si occupa di monitorare la qualità della linea ADSL per poi redigere un vero e proprio documento (certificato) da utilizzare per richiedere il ripristino dei valori contrattuali sottoscritti o, nei casi in cui questi non vengano rispettati; chiedere il RECESSO SENZA ALCUN COSTO AGGIUNTIVO da parte dell'operatore. Per maggiori dettagli, eccovi i link di pertinenza:

- Sito web del progetto: https://www.misurainternet.it/
- Sito web dell'AGCOM: http://www.agcom.it/

 
Articolo pubblicato il 24 febbraio 2014
Luigi Russo

widget articoli


Commenti:
Del 17-04-2014 Gianluca-cs utente registrato
Grazie! non credo che tutti i coloro che sottoscrivono un contratto per l'ADSL, sappiano che dopo odissee continuative di per una rete lenta, possano decidere di cambiare gestore, senza doversi poi vedere cifre aggiuntive sul cc, per aver deciso anticipatamente di recidere un disservizio.
 
Commenti:
Del 24-02-2014  Redgerry utente registrato
Tutto vero!, il limite ,per altro irrisorio, della banda minima garantita è giustificabile solo se gli episodi di disservizio sono sporadici e non continuativi. In caso di disservizio continuativo e certificato si può chiedere il recesso senza alcuna penale.
 

INVIA IL TUO COMMENTO SULL'ARTICOLO

Nome
Email
Commento-

VALIDAZIONE FORM: INDICA LA META' DI 2500    

 

Tutti i diritti riservati. E vietata qualsiasi tipologia di duplicazione, trascrizione  copia, distribuzione o cessione dei contenuti a terzi a qualsiasi titolo.