Home-Page

 

Video-Guide

 

Dizionario dei termini

 

Problemi della posta elettronica

 

Scelti da voi

 

Come usare bene il pc

donazioni

 

diritti riservati per tutti i contenuti presenti ARTICOLI: SOCIETA'-POLITICA

I terremoti: mancati allarmi ed allarmi ingiustificati!


Il tribunale dell'Aquila ha recentemente condannato la commissione Grandi Rischi  per avere dato informazioni tranquillizzanti alla popolazione, spingendola (in senso di rassicurazione) a rimanere a casa, in seguito al terremoto che ha distrutto gran parte della cittą e delle zone limitrofe.

Al di lą della condanna, rimane, secondo il mio pensiero perņ la grande confusione che si č sempre generata sulla prevenzione di questi eventi e sulle procedure da seguire per la messa in sicurezza di cose e Persone. Ogni volta che si verifica un evento di questo genere (ma non solo), a fare da padrone, sono sempre e solo le polemiche del caso:
- Si poteva evitare!
- Era imprevedibile ed inevitabile!
- Si potevano limitare i danni!
- C'č stato inutile allarmismo!
- E' mancata la giusta comunicazione della gravitą dell'evento, etc. etc.
- I soccorsi non sono stati tempestivi!

Anzichč fare polemiche e spendere soldi e risorse nelle diattribe tra Enti, Competenze e mezzi; dato che abbiamo a disposizione (anche se non sembra) uomini (anche preparatissimi) e macchine per affrontare un evento, tanto imprevedibile quanto catastrofico, come un sisma: perchč non ci si dedica a:

- Obbligare tutte le Aziende, Imprese e manovalanze a fare i lavori secondo la legge in materia antisismica
- Controllare un edificio o una struttura, dal progetto, alle fondamenta, alla posa dell'ultima tegola e far si che rispetti totalmente la normativa vigente (come di consueto, le regole ci sono: basta solo farle rispettare). Altrimenti: STOP DEI LAVORI ED ABBATTIMENTO DELLA STRUTTURA!
- Istruire (sin dalla scuola materna: magari creando una materia obbligatoria) tutte le Persone a come comportarsi in questi casi ed a cosa fare o non fare
- Obbligare e supervisionare esercitazioni antisismiche obbligatorie per tutti gli edifici pubblici (scuole, universitą, chiese, uffici e quant'altro), fornendo supporto e logistica prima dell'evento (e non dopo le vittime... come spesso accade)
- Creare un protocollo di prevenzione ed intervento che fissi criteri e parametri predefiniti: al di lą del quale scatti una illegittimitą di esecuzione e che vincoli ad un rispetto preciso, costante ed insindacabile!

Se piangere sul latte versato, non serve ad evitare che se ne versi altro in futuro: credo sia completamente inutile!

Articolo pubblicato il 24 ottobre 2012
Luigi Russo

widget articoli


 
Commento
Del 09-04-2016 Gianluca-cs utente registrato
Chapeau
 

Commento

Del 25-10-2012 Redgerry utente registrato
Parole sacrosante!
-

INVIA IL TUO COMMENTO

Nome
Email
Commento-

VALIDAZIONE FORM: INDICA LA META' DI 2500    

 

Tutti i diritti riservati. E vietata qualsiasi tipologia di duplicazione, trascrizione  copia, distribuzione o cessione dei contenuti a terzi a qualsiasi titolo.